Archive for luglio, 2012

Diete dimagranti

venerdì, luglio 20th, 2012

Le Diete Dimagranti sono uno degli argomenti più discussi e trattati: sui giornali, sul web, sui libri e sulle riviste di moda, cucina e tempo libero. L’estate che si avvicina, la voglia di sfoggiare un corpo perfetto, sodo e asciutto, la voglia di piacere e attirare gli sguardi sul bagnasciuga e poter indossare l’abito aderente che si è comprato ai saldi e che, a causa della pancetta, non si è mai potuto esibire.

Il Natale con il suo ipercalorico panettone,la Pasqua con il cioccolato e le colombe, le grigliate con gli amici e gli aperitivi all’aperto il sabato sera o in settimana, giusto per rilassarsi: senza accorgercene si ingurgitano calorie difficili da smaltire, specie svolgendo una vita sedentaria e allora, via con le Diete Dimagranti!

Di Diete Dimagranti ne esistono numerosissime varianti, dalle più classiche quali la dieta mediterranea, alle più innovative e talvolta complicate, quali le numerose diete di modelle, attrici e principesse che spopolano sul web e sulle riviste. Osservando i loro corpi magri e perfetti, quante di noi si saranno dette: adesso basta, da domani a dieta!

I buoni propositi però talvolta non sempre vengono rispettati, complice la stanchezza e la voglia di una piccola gratificazione per il palato, magari la sera tornando a casa dopo un’intera giornata passata alla scrivania. Meglio un pezzo di cioccolato oppure il triste pezzettino di pesce bollito accompagnato da carote, anch’esse tristi e bollite?

Se si desidera dimagrire è opportuno seguire Diete Dimagranti serie, prescritte da un dietologo lasciando i regimi alimentari sballati e squilibrati alle attrici: abituate a indossare panni non loro per carriera, solo queste stupende creature riescono a fingere di trovare il gusto di un gambo di sedano pari a quello di una brioche alla nutella.

Fibromialgia

lunedì, luglio 16th, 2012

La Fibromialgia rappresenta una patologia non molto diffusa, pertanto spesso la diagnosi viene spesso effettuata tardi dal momento che i sintomi possono essere associati ad altri disturbi. Il dolore cronico a livello muscolare colpisce soprattutto le spalle, la colonna vertebrale, le braccia e le gambe, causando contratture, rigidità e talvolta, nei casi di maggiore intensità, vi può essere la presenza di astenia. Quest’ultimo sintomo, ovvero la sensazione di affaticamento cronico, spesso viene infatti confuso con altre patologie e pertanto spesso vengono semplicemente prescritti al paziente degli integratori, non approfondendo le cause del malessere.

Lo stress, particolari condizioni atmosferiche e l’eccessiva umidità possono acuire la Fibromialgia, rendendo in taluni casi il sonno difficoltoso e le contratture muscolari molto fastidiose, provocando disturbi nella motilità e nello svolgimento delle normali attività della vita quotidiana. Le alternazioni delle funzioni cognitive del soggetto possono portare a disturbi di natura neurologica, le quali possono essere accertate mediante una risonanza magnetica spettroscopica, la quale può mostrare le eventuali disfunzioni presenti a livello dell’ippocampo e, pertanto, dare modo ai medici di consigliare diverse terapie sulla base dei diversi sintomi e dell’evoluzione della patologia.

La sensazione di dolore, acuita dallo stress, può portare le persone affette da Fibromialgia di soffrire in alcuni casi anche di colon irritabile, con la presenza di gonfiore a livello addominale, dolori localizzati allo stomaco, meteorismo e aerofagia.

Nel caso in cui si avvertissero i sintomi della Fibromialgia il consiglio è quello di rivolgersi subito al proprio medico, il quale effettuerà un esame clinico e, in taluni casi, potrà consigliare di effettuare una radiografia, ecografia o risonanza magnetica a livello dell’area interessata, al fine di accertare la presenza della patologia.

Le terapie solitamente prescritte, qualora il paziente fosse affetto da Fibromialgia, sono quella naturale, mediante l’esecuzione di stretching e ginnastica dolce, quella farmacologica o, in alternativa, quella strumentale che consiste nella stimolazione elettromagnetica della corteccia cerebrale.

Esami del sangue

venerdì, luglio 13th, 2012

Gli Esami del sangue sono specifiche procedure che vengono prescritte dal proprio medico di fiducia, al fine di consentire la verifica delle diverse funzionalità corporee.

Gli Esami del sangue sono numerosi e variano a seconda delle diverse esigenze che il soggetto presenta. Gli Esami solitamente eseguiti sono quelli generali, volti ad accertare il livello del ferro, glucosio, globuli bianchi, globuli rossi, le piastrine e altri componenti, al fine di consentire il monitoraggio e verificare la corretta funzionalità corporale, a livello dei diversi organi. Esistono inoltre Esami del sangue specifici che vengono eseguiti qualora vi fosse la presenza di sintomi particolari e, pertanto, per accertare la presenza di talune specifiche patologie, viene consigliato di sottoporsi a codesti esami di laboratorio, in modo tale da verificare la presenza o meno di problematiche.

Compilare una lista di tutti gli Esami del sangue esistenti è praticamente impossibile, dal momento che ne esistono numerosissimi e sono diversificati proprio al fine di consentire l’esplorazione delle diverse funzionalità corporee. Tra i principali Esami del sangue, oltre a quelli di routine, vi sono gli esami ormonali, quelli contro le intolleranze alimentari e quelli tumorali.

Gli Esami del sangue vengono eseguiti mediante un prelievo di sangue che viene effettuato in ambulatorio da infermieri/e esperti e qualificati, mediante appositi aghi che vengono infilati nella vena del braccio al fine di poter prelevare il sangue necessario. Per eseguire gli Esami del sangue non è necessaria una preparazione specifica, salvo il totale digiuno nelle ore precedenti il prelievo, il quale viene solitamente eseguito al mattino proprio per consentire all’organismo di presentarsi a digiuno dalla cena precedente.

In seguito agli Esami del sangue viene raccomandato di assumere cibo e re-idratarsi, dal momento che il prelievo del sangue può lasciare uno stato di spossatezza al quale occorre rimediare introducendo nel corpo cibi solidi e liquidi, preferibilmente dolci, al fine di riportare il livello di glucosio ai livelli normali.