Archive for ottobre, 2014

Ahi le verruche!

lunedì, ottobre 27th, 2014

Le verruche, che scocciatura! Ma quando compaiono è meglio non trascurale, altrimenti da piccole infezione cutanee diventano protuberanze, anche dolorose, difficili da debellare.

La verruca, nello specifico, consiste in un’escrescenza della pelle dalle tonalità che vanno dal bianco al grigiastro e, quando peggiora, dal rosa al marrone. Lo sviluppo dell’infezione, generata dal virus Hpv, è legata allo situazione immunitaria dell’organismo. Questo significa che quando il virus attacca l’epidermide i soggetti più forti sono in grado di respingerlo, mentre quelli più deboli lo contraggono.

Più suscettibili al virus sono i bambini, gli adolescenti e coloro che soffrono di malattie del sistema immunitario. In ogni caso il contagio avviene tramite il contatto con le verruche altrui o con i residui di epidermide che si staccano da esse e che vengono rilasciati soprattutto nei luoghi umidi, come le piscine e le palestre.

Come curare queste beghe?

Attualmente vi sono molti trattamenti farmaceutici in merito che, a seconda del livello di sviluppo della verruca, possono essere applicati per curarla. Tra le numerose cure in merito emergono le soluzioni di caustica che, con una sola applicazione settimanale per un tot di settimane, bruciano la verruca. Tuttavia occorre applicare questi prodotti con coscienza, dal momento che la caustica potrebbe comportare danni ai tessuti circostanti l’infezione. In ragione di ciò è solitamente suggerito ricoprire la zona attorno la verruca con della vasellina per impedire alla soluzione curativa di penetrare altrove causando ulteriori danni.

Accanto alle cure farmacologiche vi sono gli strumenti dermatologici, quali il laser, la crioterapia, le terapie che sfruttano il freddo oppure il calore, impiegati soprattutto per debellare verruche in stato avanzato.

Il sorgere e lo svilupparsi delle verruche dipende in ogni caso molto dal sistema immunitario di ciascun soggetto. Vi sono casi in cui l’infezione scompare così come è venuta e casi in cui, anche se eliminate, le verruche compaiono nuovamente a distanza di tempo.

Il consiglio migliore al riguardo è quindi occuparsi sempre della salute del proprio organismo e curare l’infezione una volta che si presenta. A ciò è opportuno affiancare atteggiamenti preventivi, quali evitare di girovagare a piedi nudi oppure, più in generale, mettere a contatto la pelle con le superfici di luoghi umidi e molto frequentati, non condividere asciugamani e ciabatte e rivolgersi a un dermatologo nel caso di minimo dubbio.